Dal primo luglio, a valle del recepimento nel nostro ordinamento della Direttiva 2022/2407/UE avvenuto con Decreto 23/01/2023 e terminato il periodo transitorio previsto dal capitolo 1.6.1.1 – ADR 2023, è in vigore obbligatoriamente il nuovo emendamento relativo ai trasporti di merce pericolosa su strada, ferrovia e vie navigabili interne (ADR/RID/ADN).
Ricordiamo che la data del primo luglio è fissata dal capitolo 1.6.1.1 – ADR 2023 e che deve essere di conseguenza aggiornata la formazione di tutti gli addetti (capitolo 1.3.2.4 ADR 2023).
Di seguito indichiamo brevemente alcune delle modifiche più interessanti:

• Elenco delle abbreviazioni
E’ stata introdotta la nuova sezione 1.2.3 contenente un elenco di tutte le abbreviazioni utilizzate nell’ADR;

• Approvazione e controllo di cisterne e recipienti a pressione
Gli adeguamenti riguardano i controlli amministrativi e la valutazione della conformità e il controllo propriamente detti;

• Cisterne in materia plastica rinforzata di fibre
Lo sviluppo tecnico in tema di cisterne in materia plastica rinforzata di fibre ha condotto a importanti adeguamenti e alla stesura di un nuovo capitolo 6.13;

• Esenzioni
Alle unità di trasporto merci in cui sono installate batterie al litio (N° ONU 3536) che forniscono energia esterna all’unità di trasporto può ora essere applicata anche l’esenzione di cui all’1.1.3.6;

• Recipienti a pressione ricaricabili
Importazione ed esportazione di gas da e per gli Stati Uniti;

• Classificazione
Le modifiche di maggior rilievo riguardano le pile a bottone per le quali è precisato che il riepilogo delle prove per le batterie al litio di cui al 2.2.9.1.7 lettera g) non deve accompagnare ogni spedizione;

• Nuovi numeri ONU
Aggiornamento della tabella A con modifiche e accorpamenti di specifiche rubriche UN;

• Disposizioni speciali
Sono previste nuove disposizioni speciali per specifici numeri ONU;

• Nuove definizioni e misure transitorie

• Istruzioni di imballaggio
Le modifiche introdotte riguardano principalmente le liste delle istruzioni di imballaggio che sono state in parte modificate;

• Marchio identificativo per le batterie al litio
Sul marchio per le pile al litio è soppressa l’indicazione del numero di telefono;

• Documento di trasporto
A determinate condizioni si ammette la stima delle quantità di rifiuti trasportati quando non è possibile misurarli. Inoltre vengono introdotte nuove disposizioni sugli imballaggi di soccorso;

• Trasporto in Cisterna
Obbligo di applicazione di dispositivi di decompressione per le cisterne di gas liquefatti infiammabili, in costruzione dal 1° gennaio 202;

• Costruzione e prove di imballaggi
Poiché gli IBC possono ora essere fabbricati anche in materie plastiche riciclate, i grandi imballaggi di questo tipo devono recare il marchio “REC”. È introdotta una nuova sottosezione inerente a procedure di valutazione della conformità, approvazione del tipo e controlli;

• Costruzione e approvazione dei veicoli
Introduzione di sistemi di estinzione automatica degli incendi al motore e di protezione termica contro gli incendi degli pneumatici a servizio di taluni veicoli per il trasporto in cisterna di tipo “FL” ED “EX/III”;

• Obbligo nomina Consulente ADR
L’obbligo viene esteso, dopo un lungo periodo di transizione terminato il 31/12/2022, alle aziende che rivestono il ruolo di SPEDITORE indipendentemente dalle qualità di merci pericolose messe in spedizione.
(ricordiamo che rimaniamo in attesa di un decreto da parte del nostro Ministero che regolarizzi in modo definitivo e chiaro questa situazione).

Per la formazione seguite la nostra pagina shop:

Corso base ADR

Rimaniamo a disposizione per tutti gli approfondimenti del caso.